Strudel di mele, amarene e mandorle

Strudel di mele, amarene e mandorle
 

 

Lo strudel di mele è un dolce tipico altoatesino. La tradizione vuole che la pasta - sottilissima, praticamente un velo - sia ripiena di mele, uvetta e pinoli. La versione che ci propone oggi, Alessandra Corona di "La Cucina di Zia Ale" è sempre a base di mele, ma con una variante se possibile ancora più golosa e soprattutto più adatta ai bambini. 

L’uvetta, spesso non molto amata dai piccoli di casa, è infatti sostituita da succose amarene sciroppate. Volete realizzare una versione ancora più golosa? Aggiungete delle scagliette di cioccolato al ripieno. Lì sì che i bambini non potranno resistere!

Preparazione 40 minuti
Cottura 45 minuti
Tempo totale 1 ora 25 minuti
Porzioni 6 persone

Ingredienti

Per la pasta

  • 150 gr farina tipo1 (anche 00)
  • 20 gr zucchero
  • 1 uovo
  • 40 gr burro fuso fresco
  • 1/2 cucchiaino di sale
  • 20 ml acqua fredda

Per il ripieno

  • 5 mele
  • 20 amarene sciroppate
  • 75 gr zucchero semolato
  • 50 gr + 2 cucchiai pangrattato
  • 50 gr mandorle sgusciate
  • 1/2 limone
  • 20 gr burro fuso

Istruzioni

  1. Iniziate preparando la pasta per lo strudel. Mettete in un mixer la farina, l’uovo, il sale, lo zucchero e il burro. Azionate il frullatore e quando gli ingredienti si saranno amalgamati, aggiungete l’acqua poco alla volta. Continuate a lavorare la pasta a mano per qualche minuto, fino a ottenere un panetto morbido. Formate una palla, appiattitela leggermente e avvolgetela con pellicola. Fatela quindi riposare in frigo per almeno 30 minuti.

  2. Riprendete la pasta e stendetela in un rettangolo con un matterello, su un foglio di cartaforno (che vi servirà dopo per avvolgere lo strudel). La pasta dovrà essere il più sottile possibile. Più sarà sottile, più buono sarà lo strudel. Aiutatevi anche tirando e allargando la pasta da sotto, con le nocche. Quando avrete steso la pasta, spennellatela con il burro fuso, quindi spolveratela con i due cucchiai di pangrattato rimasti. Adagiatevi il ripieno lasciando liberi circa 3 cm dai bordi. 

  3. Distribuite sul ripieno anche le amarene. Iniziate quindi ad avvolgere lo strudel, aiutandovi con la cartaforno. Quando avrete ottenuto un bel rotolo, chiudete le estremità (se necessario, bagnate leggermente con un poco di acqua, per farle aderire bene). 

    Amarene, mele, mandorle per strudel
  4. Trasferite quindi lo strudel con tutta la cartaforno su una teglia. Bucherellate la superficie con una forchetta. Cuocete in forno ben caldo a 180 gradi per 45 minuti o finché non è leggermente dorato. Servite lo strudel tiepido con una pallina di gelato alla vaniglia o una crema inglese.

Note

  • Volendo, potete preparare la pasta anche un paio di giorni prima e poi stenderla al momento della cottura.
  • Servite lo strudel tiepido e comunque il giorno stesso in cui lo cuocete.
  • Divertitevi a creare la variante che più vi piace, ad esempio aggiungendo del cioccolato nel ripieno o sostituendo la frutta secca utilizzata.
A leggere insieme c’è più gusto: condividi!