Spesa sostenibile senza far dimagrire il portafoglio!

spesa biologica
 

Oggi, poter scegliere di alimentarsi in modo sano, con una spesa biologica basata su prodotti di agricoltura e allevamento biologici, è un vero e proprio lusso: lo sa bene chi confronta i prezzi dei prodotti bio con quelli dei prodotti normali da supermercato. Quello del biologico è un sicuro successo anche sul piano del marketing: non siamo forse più propensi ad acquistare tutto ciò che ci comunica genuinità?

In pochi lo sanno, ma è possibile comprare prodotti bio senza alleggerire eccessivamente il portafogli. Giulia Bucelli ci spiega come!

Prodotti bio più accessibili, pubblico più vasto

Si prevede che in Europa e negli Stati Uniti il mercato dei prodotti biologici si svilupperà con un tasso annuo di crescita compreso fra il 6,7% e il 7,6% fino al 2025. Solo in Italia, coloro che consumano prodotti biologici almeno una volta a settimana sono oltre 13 milioni, quasi il 22% dei residenti: si evidenzia una crescente attenzione verso il biologico da parte del pubblico, con il conseguente aumento della domanda. Alla domanda, però, corrisponde una forte crescita dell’offerta, che alimenta la competizione fra i produttori: il risultato è una più vasta gamma di prodotti e di prezzi ai quali attingere.
In altre parole: oggi i prodotti biologici sono più accessibili di una volta e incontrano un pubblico più vasto.

I prodotti biologici non sono più così costosi

Spesa biologica: occhio ai prezzi medi per non spendere troppo!

Tenere d’occhio i prezzi di mercato ci aiuta a capire quanto si può spendere. Uno strumento utile per tenere d’occhio l’oscillazione dei prezzi può essere la sezione dedicata al bio del sito di Ismea Mercati, utile per farsi un’idea dei prezzi medi dei prodotti all’origine.

Poi, per risparmiare sulla spesa è utile seguire alcuni piccoli accorgimenti sempre validi: di seguito ve ne elenchiamo alcuni.

  1. Comprare prevalentemente frutta e verdura di stagione.
  2. Acquistare grandi quantitativi, perché il prezzo al chilo risulterà più basso.
  3. Non acquistare ciò che si può coltivare in casa, come le piantine aromatiche: basterà usare sementi biologiche.

Per trovare altri consigli potete leggere un interessante articolo del Washington Post

Non trascurate le offerte. I supermercati specializzati in prodotti biologici più famosi in Italia ogni mese lanciano offerte convenienti su tantissimi prodotti del suo assortimento, dagli alimentari ai prodotti per la cura della persona.

Volete fare una spesa biologica ma anche a chilometro zero?

Acquistate direttamente dalle aziende agricole biologiche della vostra regione di residenza, ricordandovi che potete anche acquistare online. Comprando direttamente dalle aziende agricole si risparmia parecchio sulla mediazione dei supermercati e sul marketing, che costituiscono una parte significativa del costo del prodotto.

Acquistare i prodotti biologici dai GAS

Per scoprire quali sono le aziende disponibili nella vostra regione potete consultare il sito AIAB della vostra regione di riferimento.

Se poi aderite a un GAS (Gruppo di Acquisto Solidale), potete ottenere uno sconto significativo sui prodotti. Trovate un elenco esaustivo dei GAS nazionali a questo indirizzo.

Cosa abbiamo imparato:

  • Il mercato del biologico è in costante crescita: oltre alla domanda è cresciuta anche l’offerta, provocando una maggiore disponibilità e competitività di prodotti.
  • E’ utile tenere d’occhio l’andamento dei prezzi di mercato dei prodotti alimentari biologici per capire quanto si può spendere.
  • Comprare soprattutto prodotti di stagione, acquistare grandi quantitativi di cibo e coltivare quello che si può in casa con sementi biologiche sono alcuni dei modi per risparmiare sulla spesa.
  • I principali supermercati dedicati interamente al biologico lanciano ogni mese offerte promozionali molto interessanti.
  • I principali supermercati, ipermercati e discount hanno le loro linee di prodotti bio a prezzi convenienti.
  • Per una spesa a chilometro zero, conviene comprare direttamente dalle aziende agricole o aderire a un GAS.
A leggere insieme c’è più gusto: condividi!