La stagione degli asparagi

Risotto agli asparagi
 

 

Dopo il periodo invernale, la natura ci regala vegetali dai poteri depurativi e rivitalizzanti, dalle proprietà disintossicanti e diuretiche, tra questi gli asparagi, grazie a diversi fitocomposti solforati e a oli essenziali (come lo zolfo), svolgono un’azione antiinfiammatoria, cardiotonica, ipotensiva, diuretica, antidiabetica e antiparassitaria.

Contengono quercetina, fibre, acido folico, vitamine (A, C e E), fosforo, calcio, carotenoidi e acido aspartico che conferisce agli asparagi il loro tipico odore pungente.

Gli asparagi, come le cozze, i pomodori, le patate viola, la lattuga e le lenticchie sono alimenti del “buonumore”: in questi ingredienti troviamo il triptofano, l’ormone della felicità e lo iodio che attraverso la tiroide regola l’umore.

Sono un alimento a bassa densità energetica (contengono ben il 92% di acqua) e sono quindi degli ottimi ingredienti per preparare pietanze leggere. Ilaria Carelli, di “Icnutrizionista”, ci propone gli asparagi in un primo piatto sfizioso e delicato: il risotto agli asparagi

Preparazione 15 minuti
Cottura 25 minuti
Tempo totale 40 minuti
Porzioni 4 persone

Ingredienti

  • 320 gr riso carnaroli
  • 500 gr asparagi
  • 50 gr stracchino
  • 1 lt brodo vegetale
  • q.b. scalogno
  • q.b. olio di oliva extra vergine

Istruzioni

  1. Iniziate a preparare il brodo vegetale mettendo in un litro di acqua una cipolla, una carota e un gambo di sedano

  2. Ora lavate e pulite gli asparagi: eliminate le code e tagliate le teste, avendo cura di conservarle

    Eliminare code degli asparagi
  3. Cuocete la parte centrale e le punte degli asparagi per 10 minuti in abbondate acqua salata

  4. Nel frattempo tritate a coltello lo scalogno e lasciatelo appassire per qualche minuto in un tegame con dell’olio d’oliva

  5. A questo punto versate il riso e lasciatelo tostare. Sfumate con mezzo di bicchiere di vino bianco e proseguite la cottura aggiungendo poco alla volta il brodo vegetale

  6. Mentre il riso cuoce, scolate e separate le punte e le parti centrali degli asparagi, queste ultime andranno frullate fino ad ottenere un composto cremoso

  7. A cottura quasi ultimata, aggiungete al riso il composto cremoso e le punte degli asparagi

    Frullato di asparagi aggiunto al riso
  8. Spegnete il fuoco e mantecate con lo stracchino e il formaggio grattugiato

    Mantecare il risotto con lo stracchino e gli asparagi
  9. Servite il risotto agli asparagi ben caldo e guarnite il piatto con le punte degli asparagi

Note

Conservazione
Conservate il risotto agli asparagi, in frigorifero, in un contenitore ermeticamente chiuso per 2-3 giorni. Si sconsiglia la congelazione.
Consigli
Se avete qualche intolleranza verso il lattosio, potete realizzare questo risotto anche omettendolo; procedete nello stesso identico modo e, a fine cottura, mantecate con dell’olio extravergine di oliva invece che con lo stracchino o il formaggio grattugiato.
Un ultimo appunto: attenzione a coloro che sono allergici all’aspirina perchè gli asparagi contengono una discreta quantità di acido acetilsalicilico!!
A leggere insieme c’è più gusto: condividi!