Vellutata di funghi e castagne

 

 

E’ periodo di giornate uggiose, fredde e tempestose ed arrivano i primi raffreddori. Quale miglior occasione per un piatto caldo e tipicamente autunnale? Alessandra Corona, di “La Cucina di zia Ale”, ci propone una cremosa vellutata con funghi e castagne.

Le zuppe, le minestre e le vellutate sono un must delle serate d’autunno. Calde e corroboranti, sono l’ideale come primo piatto, nonché per invogliare i più piccini a mangiare le verdure. Frullandole, infatti, le mangiano più volentieri.

Le vellutate possono essere preparate con tante verdure diverse ed essere arricchite con formaggi, crostini o pancetta croccante, per renderle ancora più golose.

La vellutata che vi proponiamo oggi racchiude i profumi del bosco: funghi e castagne, infatti, si incontrano per dar vita a un cremoso primo piatto da gustare con tanti crostini croccanti!

Preparazione 30 minuti
Cottura 20 minuti
Tempo totale 50 minuti
Porzioni 3 persone

Ingredienti

  • 500 gr funghi champignons
  • 250 gr funghi pioppini
  • 100 gr castagne cotte
  • 1 manciata funghi secchi
  • 1 media patata
  • 1 scalogno
  • 1/2 tazzina vino porto
  • 1 lt brodo vegetale
  • 2 fette pane raffermo
  • 1 rametto rosmarino
  • 1 rametto timo
  • q.b. foglie di salvia
  • q.b. olio di oliva extra vergine
  • q.b. sale
  • q.b. pepe

Istruzioni

  1. Mettete i funghi secchi in ammollo in acqua fredda. Nel frattempo, pulite i funghi champignons e sciacquateli delicatamente sotto l’acqua corrente, quindi affettateli piuttosto finemente. Pulite e lavate anche i pioppini. 

    Vellutata funghi e castagne
  2. Sbucciate e lavate la patata, quindi tagliatela a tocchetti. Pelate e affettate finemente lo scalogno. Tritate anche le erbe e mettete da parte.

  3. In una casseruola ampia fate imbiondire lo scalogno con 3 cucchiai di olio. Aggiungete quindi le erbe aromatiche, i funghi secchi ammollati e sminuzzati, gli champignons, i pioppini (tutti tranne una manciata) e la patata. Unite anche le castagne e fate andare a fiamma vivace per un paio di minuti. Sfumate quindi con il Porto. 

    Preparare una calda vellutata
  4. Quando il vino sarà evaporato, coprite con circa metà del brodo caldo e unite un pizzico di sale.

  5. Incoperchiate e fate cuocere per venti minuti a fiamma bassa. Se necessario, aggiungete altra acqua durante la cottura. A fine cottura regolate di sale e pepe, quindi frullate la zuppa fino a ottenere una vellutata morbida e fluida (aggiungete altro brodo, se necessario). 

  6. Riducete le fette di pane a tocchetti e saltateli velocemente in padella con un filo di olio, fino a renderli croccanti. Togliete i crostini e saltate i pioppini che avevate tenuto da parte.

  7. Servite la vellutata calda con un filo di olio a crudo, i pioppini saltati e i crostini.

Note

Costo: 12 euro
Consigli utili:
  • Se volete, per risparmiare tempo, potete usare i funghi champignons già puliti. In questo caso avrete bisogno di soli 350 gr
  • Se non avete lo scalogno, usate mezza cipolla piccola.
  • Se volete preparare la vellutata in anticipo, al momento di servirla diluitela con un poco di acqua o brodo caldo per renderla di nuovo fluida.
  • Se non avete una mezza tazzina di Porto utilizzate un altro vino dolce.
A leggere insieme c’è più gusto: condividi!