Piccoli risparmiatori crescono!

I regali di natale con la prima paghetta
 

Natale si avvicina e molti bambini vogliono fare dei regali o pensierini alle persone care con i propri risparmi, accumulati con la paghetta. Lisa Fregosi, di “Mum Cake Frelis”, blogger sì, ma anche mamma, ci spiega i pro e i contro della paghetta e come spenderla al meglio per fare il regalo più bello a mamma e papà!

Vediamo intanto quando cominciare a dare la paghetta ai bambini e in che misura, affidandoci a pedagogisti, libri sull’argomento (La paghetta. Educazione al rapporto con il denaro, di Telefono Azzurro) e non solo, ci siamo rivolti anche alle mamme! Di seguito abbiamo riportato un confronto tra quelle pro e quelle contro alla paghetta. Questo ci ha aiutato a scoprire nuovi punti di vista per affrontare l’argomento in maniera diversa.

Paghetta per i bambini: istruzioni per l'uso

Attraverso il confronto con altre mamme, è emerso che i bambini italiani ricevono una paghetta dai 9-10 anni anche se non è molto utile perché effettivamente non hanno ancora idea del valore dei soldi. Quando passano alle scuole medie è invece importante dare la paghetta ai ragazzi che con il passaggio alle scuole superiori diventerà quasi “indispensabile”.

Mamma pro: per me è fondamentale dare a mio figlio di 12 anni la paghetta, settimanalmente, per fargli capire il valore dei soldi… inizialmente la spendeva subito mentre ora ha capito che se la conserva arriva a cifre più importanti per potersi comprare oggetti del “desiderio” più costosi.

Mamma contro: reputo mio figlio non ancora pronto a gestire soldi, sa che se ha bisogno di qualcosa mi chiede e valutiamo insieme l’effettiva “voglia” se è un oggetto che realmente utilizzerà o è un capriccio momentaneo. Quando sarà alle superiori riceverà la paghetta! Per ora alle medie credo sia troppo presto.

Ma quanti soldi dare ai bambini e perchè?

I più piccoli devono avere paghette proporzionate alla loro età. Per i bambini delle elementari (dalla quarta alla 5 elementare) bastano pochi euro: 3–4 euro sono più che sufficienti perché siano usati a scopo educativo e per far capire il valore dei soldi e apprezzare i loro piccoli acquisti come le figurine dei loro personaggi preferiti o dei calciatori.

Paghetta: quando darla, quanto dare

Alle scuole medie la paghetta sarà più generosa arrivando, a seconda delle famiglie e delle possibilità, anche a 10 euro alla settimana. A questa età i ragazzi iniziano a frequentare il cinema con gli amici, comprarsi da soli cibo come gelati, patatine o altre merendine; anche piccoli oggetti come un quaderno o una penna al di là del necessario scolastico.

Mamma pro: la paghetta è proporzionata alla sua età, prende 5€ a settimana che gli consentono di comprarsi un gelato o una merenda se è fuori con gli amici… per comprare la matita o penna particolare, o quei giochi che vendono nelle buste dalle edicole. Per ora è riuscito anche a mettere da parte dei soldi per arrivare a comprarsi una maglietta che voleva particolarmente.

Mamma contro: Credo che quando andrà alle superiori daremo 10€ alla settimana, una cifra che dovrà gestire per uscire con gli amici, spese varie ed eventuali “regali”… per quanto riguarda spese inerenti la scuola e la cancelleria spetta, secondo me, spetta ai genitori occuparsene.

Ogni quanto consegnare la paghetta?

Quando si era più piccoli eravamo abituati, non tutti, a ricevere 10/15mila delle vecchie lire di paghetta…al mese!! Erano poche ma accantonandole si riusciva a comprare l’‹‹oggetto del desiderio›› del momento. Oggigiorno i pedagogisti consigliano la paghetta settimanale perché dare il denaro a piccole dosi permette ai ragazzi di imparare a gestire i soldi passo dopo passo, senza rischiare di spendere troppo e imparando che per le spese maggiori bisogna accantonare la somma necessaria risparmiando.

Per insegnare davvero ad essere autonomi nella gestione dei soldi, una delle regole principali per i genitori è quella di non fare concessioni nè restrizioni:

  • non concedere anticipi
  • non concedere aumenti senza motivazioni
  • non togliere la paghetta se spende troppo ma aiutare a capire dagli sbagli

I regali da poter acquistare

E adesso che la paghetta è nelle mani dei vostri figli come la useranno??

Vi proponiamo dei regali economici, detti cheap (modesti, di poco valore) per poter aiutare i bambini a spendere i soldi in maniera intelligente! I regali più economici si trovano soprattutto online, ma se non si ha dimestichezza con la rete ci possiamo affidare a cartolerie, supermercati e catene di negozi a basso costo.

Regali cheap: i prodotti da giardinaggio

Vediamo in particolare idee varie per acquistare regalini con pochi euro! Appassionato di botanica e giardinaggio? Potreste optare per:

  • libri per il giardinaggio
  • guanti da giardinaggio
  • innaffiatoio
  • semi particolari da piantare

 

Esperti di cucito? Questo soprattutto per le più piccole!

  • rocchetti con fili di diverso colore
  • kit accessori cucito
  • pezze o scampoli di tessuto

Amanti della tecnologia più dello stesso Mark Zuckerberg?

  • una custodia particolare
  • un paio di auricolari

Pensierini per i più creativi

Regali creativi

  • set di colori e album da disegno
  • plastilina
  • pastelli e pennarelli

Regali per i più sportivi

  • gadget della squadra del cuore
  • sciarpa
  • un cappellino
  • un paio di guanti

E infine qualche idea per creare regalini fai da te che saranno sicuramente apprezzati e che si possono realizzare con pochi euro. Utilizzando farina, burro e uova si possono fare dei biscotti golosi e semplici! Noi ve li abbiamo proposti per il rientro a scuola, ma possono essere preparati in occasione di qualsiasi festività.

Carta, cartoncino e pennarelli per biglietti colorati personalizzati da regalare e infine dei barattoli di vetro con tappo a vite con dentro strati di ingredienti per preparare cioccolata calda, zuppe o biscotti!

Cosa abbiamo imparato:

  • Paghetta sì, ma dai 9 anni in su perché prima i bambini non conoscono ancora il valore dei soldi
  • La paghetta deve essere settimanale e proporzionata all’età e alla situazione famigliare
  • I genitori devono rimanere ben fermi sui presupposti scelti nel dare la paghetta altrimenti si vanifica l’insegnamento
  • I regali economici si trovano in commercio ma si possono anche fare homemade, l’importante è tenero conto della personalità della persona a cui vengono fatti.
A leggere insieme c’è più gusto: condividi!