Gnocchi all’acqua con pesto di foglie di carote

 

 

Oggi 18 giugno è la Giornata Mondiale della Gastronomia Sostenibile. Un’iniziativa promossa dall’UNESCO che ha lo scopo di sensibilizzare la cittadinanza a considerare la gastronomia come fulcro dello sviluppo sostenibile, nel rispetto del territorio e delle biodiversità.

Un’alimentazione sostenibile è possibile e attuabile promuovendo la filiera corta e il Km0, nel rispetto della pesca e dell’agricoltura sostenibili. Nel nostro piccolo, ogni giorno possiamo promuovere l’alimentazione sostenibile. Basta poco, come andare a far spesa al mercato, dai piccoli produttori locali, anziché acquistare frutta e verdura al supermercato, peraltro spendendo di più per avere, spesso e volentieri, un prodotto di qualità inferiore e non ecosostenibile.

Ma sostenibile vuol dire anche utilizzare alimenti o parti di essi che normalmente o solitamente verrebbero considerati scarti, come ad esempio le foglie di carote, che sono proprio l’elemento principe della ricetta che vi propongo oggi. Una ricetta molto semplice, che potrete realizzare in poco tempo e anche insieme ai vostri bambini, che si divertiranno un mondo a realizzare questi facili gnocchetti e a scoprire quanto possono essere buone delle foglie!

Vediamo insieme alla nostra Alessandra Corona di "La cucina di Zia Ale" come fare!

Ingredienti

Per il pesto di foglie di carote

  • 1 mazzo di foglie di carote
  • 2 cucchiai di pinoli
  • 1 cucchiaio di mandorle
  • 1 cucchiaio olio di semi di girasole
  • 1/2 spicchio di aglio oppure un pizzico di quello in polvere
  • 1 cucchiaino di sale
  • 1/2 bicchiere di olio extravergine di oliva
  • parmigiano grattuggiato facoltativo

Per gli gnocchi all'acqua

  • 400 gr di farina 00
  • 400 ml di acqua
  • 1/2 cucchiaino di sale

Istruzioni

Per il pesto

  1. Staccate accuratamente le foglie di carote eliminando i gambi più grossi e duri. Lavatele bene eliminando tutta la terra, quindi fatele asciugare tamponandole leggermente. Mettetele in un frullatore con i pinoli, le mandorle, i semi di girasole, l’aglio e il sale. 
  2. Azionate il frullatore, quindi iniziate a unire l’olio poco alla volta. Dovrete ottenere un pesto cremoso, per cui aggiungete tutto l’olio necessario (forse anche più di quello indicato). Assaggiate e regolate di sale. Se lo usate, unite anche del parmigiano a piacere.

Per gli gnocchi

  1. Per gli gnocchi, mettete in una casseruola l’acqua con il sale. Quando raggiungerà il bollore spegnete, aggiungete la farina in un solo colpo e mescolate con un cucchiaio di legno. Rovesciate l’impasto ottenuto (che sarà molto granuloso) su un piano infarinato. Iniziate a impastare (fate attenzione perché sarà abbastanza caldo). Dopo averlo lavorato per qualche minuto formate una palla e mettetela a riposare per 10-15 minuti coperta da un canovaccio

  2. Riprendete l’impasto degli gnocchi, tagliatelo in 4-5 parti e formate dei cilindri. Tagliate dei pezzi di pasta grandi 2-3 cm e formate gli gnocchi. Completateli rigandoli con i rebbi di una forchetta. Portate dell’acqua a ebollizione con un pizzico di sale. Quando bollirà cuocete gli gnocchi. Dalla ripresa del bollore ci vorranno 1-2 minuti. Scolate gli gnocchi con una schiumarola e trasferiteli in una ciotola in cui avrete messo il pesto. Mescolate bene e, se necessario, aggiungete un paio di cucchiaiate di acqua di cottura.

    Servite gli gnocchi ben caldi, volendo con una spolverata di parmigiano.

Note

Gli gnocchi all’acqua sono, nella forma, molto simili a quelli di patate, ma sono solo a base di farina e acqua e si realizzano molto più velocemente. Per il condimento, poi, ci vuole ancora meno. Basta mettere tutto in un frullatore e avrete pronto il vostro pesto.

A leggere insieme c’è più gusto: condividi!