Global food mission per la sostenibilità e l’innovazione alimentare

 

Coniugare innovazione e tradizione nel settore del cibo: è questa la sfida che si pone la “Food innovation global mission, composta da una delegazione internazionale di giovani ricercatori che il 12 maggio prossimo partirà da Bologna alla volta dei “food tech hub”, (ndr poli tecnologici del cibo) di tutto il mondo. Qui i ricercatori incontreranno aziende, scienziati, start up, imprenditori al fine di discutere con loro un approccio sostenibile e innovativo al mondo del cibo. I risultati della mission saranno poi presentati a Roma in occasione della Maker Faire ad ottobre prossimo. L’iniziativa è sostenuta dal Food innovation institute al quale aderisce anche Camst.

La missione affronterà quattro filoni tematici: sostenibilità e economia circolare; il futuro delle proteine; innovazione agricola in contesti rurali e urbani; il futuro dei food service.

Del resto l’agroalimentare italiano è uno settore di eccellenza che esercita una forte attrazione all’estero, che l’Italia deve tutelare e valorizzare, nell’ambito delle iniziative dell’anno del cibo italiano nel mondo!

Non ci resta che augurare ai ragazzi un buon lavoro!

A leggere insieme c’è più gusto: condividi!