La luna marzolina fa nascer l’insalatina

Verdura di stagione
 

Un proverbio che ci ricorda che marzo è un ottimo mese per consumare verdura (e frutta). E’ infatti un periodo di transizione: ancora si possono trovare molti dei prodotti ortofrutticoli invernali, ma sui banchi dei mercati fanno capolino alcune novità. Scopriamo insieme a Giulia Bucelli (che in questo articolo indossa i panni di una giovane contadina) quali sono, come sceglierle e come utilizzarle traendone tutti i benefici possibili.

Quale frutta?

Durante questo mese potete trovare ancora arance, cedri, pompelmi e mandarini (spesso a prezzo rincarato), i limoni, le mele e le pere che ormai sono un jolly tutto l’anno, kiwi e banane (entrambi pienamente maturi e gustosi). A proposito dei kiwi, una curiosità che forse non sapete: l’Italia ne è il secondo produttore mondiale dopo la Cina, e lo coltiva dagli anni Settanta. Volete usarlo in cucina e non sapete da che parte cominciare? Qui trovate molti spunti insoliti e interessanti. Volete scoprire altre curiosità sui kiwi? Allora consultate la nostra guida che sembra uno scioglilingua 🙂

Se la stagione climatica è molto clemente, potreste anche iniziare a trovare le prime fragole non di serra: cosa ne dite di usarle per preparare una gustosa cheesecake, come nella ricetta di Lucia Arlandini?

Fragole a Marzo

… e la verdura?

Parlando di verdura, potete trovare ancora cavolfiori, verze, barbabietole, cime di rapa, cicoria, porri e altre verdure invernali. A febbraio si iniziano a cogliere i carciofi, ottimi nella versione fritta “alla giudia” (trovate una buona ricetta qui).

Fanno la loro comparsa i primi ortaggi tipicamente primaverili come gli asparagi, ottimi in molte versioni: li potreste fare anche in versione vellutata e in abbinamento con il pesce, come nella ricetta del nostro Gianluca 🙂 In versione vellutata, come nella ricetta di Ilaria Carelli, sono buonissimi anche i finocchi, altra verdura di stagione.

Sempre a marzo è possibile trovare i cavoletti di Bruxelles (trovate 10 ricette gustose per prepararli) e gli agretti: sapete che sono conosciuti con tantissimi nomi diversi? Barba del frate, barba del Negus, senape dei monaci, roscano o lischi: tanti nomi per designare lo stesso delizioso ortaggio, amatissimo anche dalla cucina ebraica kosher (trovate 10 ricette da sperimentare) che lo mette in tavola durante lo Shabbat.

Agretti verdura di stagione

Come scegliere i prodotti migliori?

Quando si va al mercato, oltre alla stagionalità, bisogna considerare alcuni fattori importanti:

  1. Le dimensioni, che devono essere giuste per la varietà: se sono troppo grandi spesso vuol dire che sono insapore.
  2. La provenienza, che dev’essere sempre chiaramente indicata. Se vengono dall’estero, questo significa che quasi sicuramente sono stati raccolti ancora immaturi dalla pianta e hanno maturato nel corso del viaggio: questo incide negativamente sul gusto e sulla qualità. Se biologici, per legge sono coltivati senza l’uso di fertilizzanti e antiparassitari chimici o di fitofamaci.
  3. La consistenza. L’insalata deve avere il gambo duro e le foglie croccanti, così come gli asparagi, più buoni quanto più croccanti. Lo stesso discorso vale per le radici (carote, porri e cipollotti), che devono essere sode e non viscide.
  4. Il profumo, che spesso è indice di piena maturazione.
  5. L’apparenza in superficie. Nel caso della frutta, una superficie troppo lucida può tradire l’uso di cere e di additivi chimici volti a rendere più bello il frutto.Occhio agli additivi soprattutto nel caso vogliate usare la buccia (per lo meno, cercate la dicitura “buccia edibile”, se siete al supermercato).

Inoltre è preferibile evitare il “già pronto” e puntare sulla frutta e verdura da tagliare e sbucciare.

Quali vitamine, sali minerali, proprietà benefiche contengono?

Tra gli alimenti più ricchi di vitamine e sali minerali troviamo gli agretti. Tanto i cavoletti di Bruxelles quanto gli asparagi, grazie alla presenza del glutatione, possono vantare proprietà antitumorali.

Inoltre, gli asparagi sono consigliati nella prevenzione del diabete di tipo 2 poiché favoriscono la produzione di insulina mantenendo basso il livello di glucosio nel sangue, oltre ad essere diuretici e benefici per l’apparato digerente.

Asparagi verdura di stagione

Le fragole, invece, aiutano a dimagrire stimolando il metabolismo, sono antiossidanti e, come se non bastasse, grazie alla presenza di xilitolo, sbiancano i denti e prevengono l’alitosi. La vitamina C la troviamo, in questa stagione, nelle cime di rapa (110 mg/100 g da crude), nei kiwi (85 mg), nei cavoletti di Bruxelles (81 mg) e nelle fragole stesse (54 mg). Udite udite: solitamente, le arance e i limoni ne contengono appena 50 mg.

Voi siete attenti a comprare prodotti ortofrutticoli che siano solo di stagione oppure cedete alla tentazione dei prodotti esotici e delle fragole in inverno? Fatecelo sapere sui social!

Cosa abbiamo imparato:

  • Oltre alla frutta e alla verdura invernale che ancora è possibile reperire, possiamo trovare kiwi, banane, fragole fresche, carciofi, asparagi, cavoletti di Bruxelles e agretti.
  • Per scegliere bene i prodotti ortofrutticoli ci sono molti aspetti da considerare, fra i quali le dimensioni, la provenienza, la consistenza della buccia e l’apparenza della superficie.
  • La frutta e la verdura di stagione sono ricche di proprietà antitumorali e antiossidanti, di vitamine e di sali minerali. L’alimento di stagione più ricco di vitamina C, in assoluto, sono le cime di rapa.
A leggere insieme c’è più gusto: condividi!