Quale mensa si aggiudicherà la medaglia d’oro o d’argento?

 

Lo sapete che a partire dal prossimo anno scolastico le mense che utilizzano prodotti biologici e che si impegnano a ridurre gli sprechi alimentari, potranno salire sul podio per aggiudicarsi le medaglie d’oro e d’argento?

In particolare la medaglia d’oro andrà a quelle mense che raggiungeranno “certi livelli e percentuali di cibo biologico” cioè: il 90% di frutta, legumi, ortaggi, prodotti trasformati di origine vegetale, pane e prodotti da forno, pasta, riso, farine, cereali e derivati, olio extravergine; il 100% di uova, yogurt e succhi di frutta, e il 50% di prodotti lattiero-caseari, carne, pesce da acquacoltura. Invece per ricevere la medaglia d’argento, queste percentuali si abbasseranno rispettivamente a: 70% per il primo gruppo, il 100% per il secondo e il 30% per il terzo.

Saranno inoltre premiate le mense impegnate nella lotta contro gli sprechi, in particolare quelle scuole che recuperano il “cibo non somministrato” per donarlo alle associazioni senza scopo di lucro che lo distribuiscono gratuitamente agli indigenti.

Non da ultimo, verrà tenuta in considerazione la percentuale di utilizzo di prodotti biologici a km 0 o quasi (entro i 150 Km in realtà) al fine di ridurre l’impatto ambientale del processo di trasformazione e distribuzione del cibo.

Il progetto sarà operativo a Milano e poi come il sindaco Sala si augura sarà esteso alle altre città.

Del resto, la scuola e in particolare la mensa svolge un ruolo fondamentale nell’educazione alimentare dei nostri figli e  trasmette loro l’importanza di consumare prodotti biologici a  km 0 e  di non  sprecare il cibo .

A leggere insieme c’è più gusto: condividi!